Biglia

Al museo l’intera folla si concentrò verso lo stesso espositore. L’attrazione era percepibile come un vortice che, espandendosi e contraendosi, avvicinava persone più o meno interessate. Cercavo, attratto dall’energia viva, di spingermi verso l’espositore, ma la forza sembrava sempre più necessaria. Finalmente vedo. Era una biglia. Di ferro. Brillante. Tanto veloce da non consentire la determinazione del proprio effettivo stato di moto.